Alessandro Massi

Antonio Rezza e Morando Morandini al Carcano

Teatro Carcano pieno di gente

Come avevamo preannunciato nel programma dell’iniziativa Fuori Dove? realizzata lo scorso weekend, venerdì 21 maggio si è svolta al Teatro Carcano di Milano una grande serata all’insegna della follia, con la presentazione del video “Tropppolitani” di Rezza e Mastrella girato l’anno scorso durante la giornata Fuori Dove? e lo spettacolo teatrale Bahamut; ospite d’eccezione Morando Morandini, il celebre autore del più noto dizionario cinematografico italiano, che ha corrisposto la nostra volontà di dare nuova voce alla follia e al disagio e di avvicinare i giovani, e coloro che non sono interni al mondo della salute mentale, al diagramma complesso di esistenze, problemi ed esperienze del mondo della follia, del disagio psichico, della realtà di chi soffre e delle possibilità di crescita e cambiamento.

Morando Morandini, insieme a Alessandro Massi, collaboratore della Fondazione Bertini e presidente dell’associazione Territori onlus, improvvisato presentatore della serata, hanno dato avvio alla serata, con due discorsi introduttivi (Morando: “alla fine devo essere matto anch’io, se alla mia età, in pensione da 20 anni, ancora passo le mie giornate a guardare film per scrivere il dizionario Zanichelli che porta il mio nome“) volti a catturare lo spirito della serata e l’apertura al pubblico di giovani e di “non addetti ai lavori”. Antonio Rezza ha poi premiato i primi tre classificati del concorso video internazionale Mind The Difference, ma ci ha tenuto a precisare: “non è che siamo diventati buoni adesso, siamo sempre gli stronzi di prima;-) .

Presentando il video di 30 minuti “Troppolitani” girato lo scorso anno, in anteprima nazionale, Antonio Rezza ha detto: “Girando questo filmato io e Flavia ci siamo accorti di non essere matti, in realtà. Un’occasione persa, siamo falliti anche in questo“; una breve frase, che coglie in pieno però la complessità delle esperienze nel mondo della follia, non banalizzabile alla necessità di originalità di chi si definisce “matto” per gioco.

Il video è un grande affresco che rimarrà nel tempo; consigliamo a tutti di vederlo non solo per ridere come dei matti (per l’appunto) ma per cogliere appieno lo spirito dell’iniziativa Fuori Dove?, mescolare i piani tra cittadinanza e differenza, raccontare con voci nuove e inaspettate i percorsi della salute mentale sul territorio.

E dopo il video, lo spettacolo di Antonio, del quale non si possono raccontare stralci a parole, se non consigliarvi di seguirlo e di andarlo a vedere, mentre la scenografia eccezionale inquadra i volti stravolti dei personaggi di Antonio Rezza (rischioso capitare in quell’hotel :-) . Solo un trucco, che vogliamo svelare: ma chi è Bahamut? semplicemente, un enorme pesce che regge il mondo, in cinta di un sottosegretario, di un monsignore e di due signorine dai dubbi costumi …

Bahamut

Tanta gente, tante risate, e riflessioni a valanga. Una grande serata, ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato, Antonio Rezza e Flavia Mastrella che come sempre hanno dimostrato la loro genialità, Morando Morandini per il suo bellissimo intervento e la sua disponibilità, il nostro Ale per la presentazione da Oscar, i vincitori del concorso Mind The Difference per i loro progetti, e tutto il pubblico per essere stato così numeroso e attento. Alla prossima!

P.S: per chi volesse seguire le nostre iniziative, seguite questo blog o scriveteci a:

territorimilano at gmail . com