Racconti sulle attività dell'associazione

Filosofia e psichiatria si incontrano. Anche in libreria

Il libro su "Basaglia e la filosofia del '900" curato da Fondazione Bertini è in Feltrinelli

Come potete vedere dalla foto, il libro “Basaglia e la filosofia del ‘900” curato dalla Fondazione Bertini quale raccolta degli atti e degli interventi del convegno omonimo svoltosi il 10 dicembre 2008 all’Università Statale di Milano, è disponibile in libreria. In particolare, nella foto, potete vedere la sua posizione sullo scaffale “filosofia” della Feltrinelli di Duomo, dove si trova tra Deleuze e Marx. Felici per la posizione prestigiosa fra due autori del nostro cuore, vi invitiamo a prenderlo, leggerlo e a commentarlo e darci nuovi spunti ed idee. Lo potete trovare in libreria oppure comprarlo direttamente iil 22 maggio durante la giornata “Fuori Dove?” in Piazza dei Mercanti.

Ecco la sinossi della giornata e gli interventi che ritroverete nel libro:

Cosa c’entra uno psichiatra con una legge? E cosa unisce quella legge ai più grandi filosofi del ‘900? I manicomi non esistono più da trent’anni. Il matto è tornato a casa, con il suo fardello di sofferenza e un destino di estraneità. Alieno nella propria terra, a disagio con i propri familiari. Quanto sappiamo della malattia mentale? Come la si cura? Chi e in che modo cerca di combattere lo stigma? Il disagio psichico è un problema che, con gradazioni e intensità diverse, riguarda tutti. La città di Milano si da’ appuntamento a dicembre per discuterne con i più importanti esperti, per coinvolgere e sensibilizzare.
Poco o niente sappiamo della malattia mentale e poco o niente soprattutto sappiamo del malato, di come vive, delle difficoltà enormi che incontra, ma anche delle realtà di aiuto che pure esistono. C’è un tempo per le riforme e uno per dare nuova forma alle riforme, ripensarle, comprenderle, farle comprendere. Dicembre è l’ultimo mese per ricordare la legge 180, che compie trent’anni quest’anno. Con la chiusura dei manicomi il malato è tornato nelle nostre case, è stato compiuto un passo decisivo contro lo stigma, ma molte questioni sono rimaste in sospeso. Un’occasione importante di aggiornamento per gli operatori, gli utenti, i familiari, e di coinvolgimento e informazione per tutti gli individui e i gruppi interessati.

Programma dettagliato:
10 dicembre 2008. Università degli studi di Milano, aula crociera alta, ore 9.00 – 17.00

1^ sessione, 09.15 – 11.00: Attraverso la psicoanalisi
Romolo Rossi (psichiatra, Genova) : La lettera di Freud
Massimo Recalcati (psicoanalista, Milano): Il nodo Basaglia – Sartre – Lacan
Interrogazione filosofica

2^ sessione, 11.15 – 13.00: Attraverso la sociologia
Ota De Leonardis (sociologa, Milano): Basaglia e la teoria delle istituzioni
Interrogazione filosofica

3^ sessione, 14.15 – 16.00: Attraverso la psichiatria
Eugenio Borgna (psichiatra, Novara): Basaglia e la fenomenologia
Mario Colucci (psichiatra, Trieste): Basaglia e Foucault
Interrogazione filosofica

Dibattito finale e chiusura lavori
Interrogazione filosofica: con Carlo Sini (filosofia, Milano), Pier Aldo Rovatti (filosofia, Trieste)

Maggiori info sulla pagina dedicata al CONVEGNO BASAGLIA E LA FILOSOFIA DEL ‘900 sul sito della Fondazione Bertini.

Se cercate libri su Basaglia, questo può essere un approccio unico, contemporaneo, di interrogazione alla sua grande esperienza.

Magliette From Head to Hands: vestire la differenza

Fra i tre laboratori attivati finora nell’ambito del progetto “From Head To Hands” uno dei più “à la page” è di certo il frequentatissimo corso di SERIGRAFIA. Dalle macchine e dalle idee dei ragazzi di via Caroli prendono forma ogni anno magliette, borse e vari tessuti di forma e colore, che vengono vendute al pubblico durante la giornata Fuori Dove? dai volontari dell’associazione Territori. Attenti però che vanno a ruba …

se volete, potete prenotarne subito un paio scrivendo a

info@territori.org

oppure potete chiederci informazioni per farne altre con i disegni dei vostri sogni.

Alla fine, anche l’abito può fare un buon monaco, quando dietro ci sono le scelte giuste …

Video Contest MindTheDifference

Ripensare la differenza, dare nuovi volti e voci alla separazione fra normalirà e anormalità, normalità e follia, ma anche semplicemente fra ciò che sta sui binari e ciò che vi svicola. Questa la sfida di un video-contest internazionale pensato da Fondazione Bertini e Territori.

I vincitori del concorso, selezionati dal popolo di YouTube e da artisti del calibro di Antonio rezza e Flavia Mastrella, oltre a un premio in denaro e alla pubblicazione del loro video, saranno premiati pubblicamente il 22 maggio in occasione della prossima giornata di Fuori Dove? in Piazza dei Mercanti.

Un’occasione unica per dire la propria su un tema difficile, aperto, e dove la creatività e l’ingegno possono diventare strumenti di critica e di racconto della realtà.

Fra i Media Partners anche il Milano Film Festival

M.T.D. “come mai un tifoso che urla in mezzo ad altri che urlano non è ritenuto manifestare un disagio, ma se lo stesso tifoso urla le stesse cose in uno spazio diverso viene additato come diversamente abile”. Non è forse anche lo spazio pubblico a determinare la diversità mentale? Questo l’interrogativo posto da Mind The Difference video fuori concorso.